Home  
  
  
    È tempo di ricrescita
Cerca

Pettinature
Bellezza dei capelli
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando rifarsi la tinta?

Inizi a vedere la ricrescita, hai capelli spenti e privi di lucentezza? Il colore ti sta dicendo qualcosa: è tempo di tornare dal parrucchiere! Per essere sicura che sia davvero il momento di rifare la tinta, ecco i segnali che devono metterti in allarme.

È tempo di ricrescita
© Getty Images

Quel guastafeste del sole

Se per alcune il sole ha l’effetto di schiarire i capelli, donando bei riflessi dorati, nel tuo caso il cocktail dell’estate è letale. Non riconosci più il tuo colore e non è più molto glamour. Perché? “Perché sotto il sole, il capello si ossida”, spiega Jérôme Poret, esperto del colore per Intermède. Risultato: le squame si aprono, i pigmenti si distruggono e la brillantezza sparisce.

Soluzione: Ripigmentare il capello, in modo da restituirgli colore e brillantezza. “Possiamo scegliere di andare dal parrucchiere per per rifare la tinta, oppure optare per una cura quotidiana a casa”. In questo caso per il secondo lavaggio utilizzeremo uno shampoo colorante “i cui poteri antiossidanti filtreranno gli UV e manterranno le squame chiuse”, continua il professionista. Puoi trovare gli shampoo coloranti, o le tinte fai-da-te nelle grandi distribuzioni, ma puoi anche scegliere di affidarti alle cure del tuo parrucchiere per una tinta su misura. Un must!

Il ritorno dei capelli bianchi

Se dipendi dalla tinta per coprire i capelli bianchi, allora la tanto temuta ricrescita ti indicherà che è arrivato il momento di rifare il colore. È inevitabile, i capelli continuano a crescere e “dopo 3 settimane si ha una ricrescita da 1 a 1,5 cm”, ricorda Jérôme Poret. Perciò, quelle che optano per colorazioni permanenti, dovranno rifare la tinta ogni tre settimane.

Da sapere: Per un effetto più dolce e naturale, meglio scegliere colorazioni tono su tono. “Il risultato sarà più luminoso, ma il potere meno coprente”, continua l’esperto. E, naturalmente, la durata sarà più breve di una colorazione permanente.

La ricrescita

Come per i capelli bianchi, dopo circa tre settimane la ricrescita e il tuo colore naturale ricompariranno, in questo caso il parrucchiere è categorico, “no al fai da te!”. Anche se prodotti di soccorso come i kit per il ritocco alle radici possono tentare, bisogna sapere che questi sono da utilizzare solo in casi eccezionali, per una serata speciale, quando proprio non si ha il tempo di rifarsi la tinta.

Una sola parola d’ordine:Con l’effetto ricrescita, non ci sono mezze misure. Bisogna rifare il colore, punto e basta”.

La scomparsa del colore

Se si nota un cambiamento di colore tendente all’arancione o al giallo, è tempo di rifare la tinta”, spiega Jérôme Poret. “Nella colorazione, si utilizzano tre pigmenti primari come base. Il blu non tiene molto bene ed è il primo a scomparire. Anche il rosso e il giallo se ne vanno, lasciando riflessi tutt’altro che luminosi di giallo e arancio”.

Mancanza di lucentezza

Quando si hanno i capelli colorati, uno dei problemi principali è la mancanza di lucentezza. Il tempo, il calore (soprattutto quello del phon), gli agenti atmosferici o il sole tendono a opacizzare i capelli. Risultato: i capelli perdono la loro lucentezza, i riflessi spariscono. In breve: è ora di rifare la tinta.

Soluzione: Per proteggere il colore il più a lungo possibile, e ritardare la colorazione successiva, è fondamentale usare trattamenti specifici per capelli colorati (shampoo, balsamo, maschere, sieri). In questo modo è possibile far durare più a lungo la brillantezza della colorazione, “circa un mese e mezzo”, precisa Jérôme Poret.

E per quanto riguarda il balayage e le mèche?

Se hai un balayage o delle mèche e ti sei esposta al sole, non è il caso di preoccuparti, perché il sole ha un effetto piuttosto benefico sulle mèches. Con il tempo e l’ossidazione, il capello finirà con lo schiarirsi, comunque. E, soprattutto, quando i capelli ricresceranno, bisognerà ripassare dal parrucchiere. “In caso di balayage o di mèche, è necessario recarsi dal parrucchiere. Il mantenimento è complicato”, avverte l’esperto.

Nota: Più il balayage e le mèche si confondono con la chioma, meno evidente sarà l’effetto ricrescita.

Per i consigli si ringrazia Jérôme Poret, specialista del colore presso Intermède.

Jessica Xavier

Commenta
23/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te