Home  
  
  
    Lo shampoo giusto per i tuoi capelli
Cerca

Pettinature
Bellezza dei capelli
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Qual è lo shampoo adatto per i miei capelli?

Il segreto per sfoggiare una chioma invidiabile è innanzitutto un buon lavaggio. Alleato irrinunciabile nella ricerca dei capelli perfetti, lo shampoo deve essere fatto con molta cura. A seconda del tipo di capello, cambia il tipo di trattamento da applicare. Scopri tutti i nostri consigli che ti permetteranno di avere capelli favolosi.

Lo shampoo giusto per i tuoi capelli
© Getty Images

Se i tuoi capelli risplendono di luminosità e salute, ti senti bella. Per ottenere questo risultato, il segreto è lavarsi i capelli correttamente utilizzando uno shampoo adatto alla natura dei tuoi capelli.

Per scegliere lo shampoo bisogna conoscere il tipo di capello

  • I capelli sono normali se non presentano alcun problema particolare e sono naturalmente lubrificati dal sebo.
  • I capelli sono grassi se a fine giornata le radici sono unte e la capigliatura non è voluminosa.
  • I capelli sono misti se le radici sono molto unte a fine giornata, mentre le punte e le lunghezze sono secche.
  • I capelli sono fragili se si spezzano, sono spenti e ruvidi al tatto.
  • I capelli sono sensibili se sono spenti e molto difficili da districare quando ancora bagnati.

Qual è lo shampoo adatto a capelli normali?

Non è difficile prendersi cura dei capelli normali: sono infatti naturalmente protetti dal sebo. Per mantenere il loro equilibrio naturale è necessario utilizzare uno shampoo contenente agenti pulenti dolci. Cécile Leveque, tricologa presso Timotei, consiglia inoltre di prediligere shampoo contenenti una piccola quantità di silicone, "sostanza che protegge i capelli dalle aggressioni esterne come sole, inquinamento, o ancora l'uso quotidiano della spazzola".

Lo shampoo che fa per te: un prodotto equilibrato che addolcisce e purifica i capelli. Il tuo miglior alleato: uno shampoo alle mandorle dolci (per la sua dolcezza) arricchito con estratti di piante aromatiche, ad esempio tè verde o salvia (per tonificare). Per un risultato ottimale, applica dopo ogni lavaggio un balsamo adatto per capelli normali. Se disponi di un budget limitato, scegli uno shampoo 2 in 1: le formule che associano agenti pulenti e trattamenti specifici rispondono perfettamente alle esigenze dei capelli normali.

Qual è lo shampoo adatto a capelli grassi?

I capelli grassi hanno perso brillantezza e leggerezza, soprattutto a livello della radice. Anche se lavarli tutti i giorni sembra la soluzione perfetta, è preferibile optare per uno shampoo purificante che, con il passare del tempo, permetterà di ridurre la frequenza dei lavaggi. È inoltre necessario nutrire i capelli, anche se vista la loro natura si è tentati di saltare la fase di "trattamento": "un eccesso di sebo non indica necessariamente che la fibra capillare è troppo nutrita, quanto piuttosto una cattiva regolazione che non apporta le cure di cui il capello ha bisogno. Perché la capigliatura sia brillante e risplenda di salute, lunghezze e punte devono essere coccolate", spiega Cécile Leveque

Lo shampoo che fa per te: un prodotto con una concentrazione molto elevata di agenti pulenti dolci che purifica i capelli senza stimolare le ghiandole sebacee. A questo scopo, preferisci gli shampoo a base di estratti di limone, uva o tè. Queste sostanze sono ricche di virtù tonificanti, purificanti e rinfrescanti. Per quanto riguarda la cura dei capelli, opta per un balsamo adatto per capelli grassi da applicare solo sulle lunghezze. Se ciò non dovesse essere sufficiente, ma non vuoi lavarti i capelli tutti i giorni, utilizza uno shampoo a secco. Tra un lavaggio e l'altro, permette di purificare le radici e di avere capelli presentabili fino al lavaggio successivo. Si applica sulle radici, lo si lascia in posa due minuti e infine ci si pettina per eliminare eventuali residui.

Qual è lo shampoo adatto per capelli misti?

I capelli misti fanno disperare: grassi sulle radici e secchi sulle punte, prendersene cura a volte può essere quasi come risolvere un rompicapo. Eppure, secondo l'esperta di Timotei, questo tipo di capello non è più complicato di altri: "Per equilibrare una capigliatura mista, l'ideale è utilizzare uno shampoo che tratti le radici grasse, applicando al contempo un balsamo per capelli secchi. Grazie a questo semplice gesto, il capello riceve tutto ciò di cui ha bisogno".

Lo shampoo che fa per te: come per i capelli grassi, un prodotto contenente un'elevata quantità di agenti pulenti dolci che purificano la capigliatura fin dalla radice, senza stimolare le ghiandole sebacee e seccare le lunghezze. Idealmente, la sua formula contiene anche del silicone o dei polimeri che individuano le zone da riparare. Per un risultato all'altezza delle tue aspettative, punta anche su un balsamo specifico per capelli secchi da applicare su lunghezze e punte. Questo binomio di principi attivi permette di nutrire e purificare i capelli misti.

Qual è lo shampoo adatto per capelli tinti?

I capelli tinti sono aggrediti dall'esposizione ripetuta ai prodotti chimici. Con il passare del tempo, perdono la loro brillantezza, si seccano ed è quindi necessario nutrirli. Secondo l'esperta di Timotei, "bisogna prediligere gli shampoo trattanti che permettono alle scaglie di richiudersi e aiutano la fibra capillare a trattenere il colore e a riflettere meglio la luce".

Lo shampoo che fa per te: un prodotto dolce e nutriente per ritrovare la brillantezza propria del capello e per proteggere il colore. Idealmente, è uno shampoo arricchito di oli e di bacche di acai, un principio attivo di origine vegetale noto per le sue virtù protettive e antiossidanti. Lo shampoo deve inoltre contenere del silicone, che massimizza il riflesso della luce richiudendo le scaglie. Per completare il trattamento, usa uno shampoo ripigmentante: applicato con cura, ridona lucentezza alla tinta. Molto efficaci, questi shampoo sono venduti dai professionisti e sono alquanto costosi. Se disponi di un budget limitato, puoi sostituirli con uno shampoo contenente henné (per i capelli scuri) o camomilla (per i capelli chiari).

Qual è lo shampoo adatto per capelli sensibili?

I capelli sensibili sono spenti e fragili perché hanno bisogno di essere nutriti sia in superficie che in profondità, al cuore delle fibre. L'unica soluzione per trattarli e restituire loro brillantezza? "Adottare un rituale di trattamento completo: shampoo, balsamo e infine maschera per rafforzare le difese naturali dei capelli e riparare le proteine interne danneggiate", spiega Cécile Leveque.

Lo shampoo che fa per te: un prodotto ricco di principi idratanti per nutrire i capelli in profondità. Punta soprattutto su shampoo arricchiti con cheratina o arginina, due sostanze note per la loro azione rinforzante. Per quanto riguarda il trattamento, non esitare a investire in un balsamo e in una maschera specifici contenenti proteine e amminoacidi che penetrano al cuore della fibra. Se non puoi permetterti di comprare trattamenti specifici, niente panico: scegli un trattamento 2 in 1 (balsamo + maschera) che sarà altrettanto efficace.

Qual è lo shampoo adatto per capelli ricci o crespi?

I capelli ricci o crespi sono secchi per natura e hanno bisogno di essere coccolati con shampoo molto nutrienti. Secondo Cécile Leveque, "per conferire a questo tipo di capello morbidezza, dolcezza e un aspetto meno crespo, è fondamentale utilizzare shampoo a base di principi attivi tanto nutritivi quanto lubrificanti".

Lo shampoo che fa per te: un prodotto estremamente nutritivo a base di olio (di avocado, di noce di macadamia, di argan) e di burro (karité) che nutra le fibre capillari in profondità. Queste sostanze idratanti devono essere associate a principi lubrificanti come il silicone per eliminare l'effetto crespo.

Qual è lo shampoo adatto per capelli sottoposti a lisciaggio?

Anche se i capelli sottoposti a un lisciaggio brasiliano o a trattamenti simili sembrano godere di buona salute, non è esattamente così. Secondo Cécile Leveque, "è stata alterata la struttura interna del capello per cui, prima o poi, diventerà più sensibile. Per prevenire danni, consiglio quindi di cominciare a prendersene cura fin dal primo lavaggio dopo il trattamento".

Lo shampoo che fa per te: un prodotto specifico per i capelli sensibili perché i capelli sono stati indeboliti dai trattamenti chimici, anche se in apparenza sembrano sani.

Come lavarsi i capelli nel modo giusto

Per effettuare un lavaggio corretto, non dimenticarti mai di pettinarti prima di lavare i capelli; questo gesto infatti permette di eliminare qualsiasi traccia di polvere. L'acqua tiepida o calda apre le scaglie del capello e permette ai trattamenti di penetrare più in profondità. Massaggia il cuoio capelluto dolcemente, sempre con i polpastrelli, per eliminare eventuali particelle di impurità, senza stimolare le ghiandole sebacee. Dopo aver risciacquato, passa un getto di acqua fresca su tutta la capigliatura: le scaglie si richiuderanno permettendo ai capelli di riflettere la luce. Infine, al momento dell'asciugatura, tampona i capelli con un asciugamano, senza strofinarli, per evitare la comparsa di doppie punte.

 

Anne-Sophie Savenier

Fonte: Intervista a Cécile Leveque, tricologa presso Timotei, ottobre 2013.

Commenta
08/01/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te