Home  
  
  
    Cellulite: un problema femminile
Le cause della cellulite
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La cellulite è donna!

Davvero questo accumulo di grasso sottocutaneo colpisce esclusivamente il genere femminile? È plausibile, dato che si stima il 90% delle donne sia affetto da cellulite in diversa misura, contro appena il 2% degli uomini. Perché una tale disuguaglianza e quali sono i momenti della vita più favorevoli all'insorgenza dei cuscinetti?

Cellulite: un problema femminile
© Getty Images

Le donne temono la cellulite fin dalla notte dei tempi. Ma perché alla fine sono le sole a fare le spese di questo fenomeno naturale?
Sotto l'epidermide e il derma si trovano tre strati di grasso. L'ipoderma contiene quello più superficiale. Le cellule adipose sono organizzate a grappoli e separate da pareti di tessuto connettivo. Se sono troppo grossi questi adipociti attraversano le pareti e spingono la pelle verso l'alto, formando delle piccole protuberanze. Ecco spiegata la famosa pelle a buccia d'arancia. Ma perché le donne sono le sole ad essere colpite da questo fenomeno?

Si possono addurre molti motivi

* Questo fenomeno naturale è fondamentalmente di origine ormonale, cosicché solo le donne ne sono interessate: i principali responsabili sono gli estrogeni (ormoni femminili);

* I lobuli adiposi sono più grandi nella donna;

* Questi lobuli sono riuniti in modo perpendicolare rispetto al derma della donna, contrariamente all'uomo in cui sono obliqui e scivolano senza formare dei cuscinetti;

*La pelle della donna è più sottile;

* La distribuzione degli adipociti si trova al livello dell'addome, delle cosce, dei glutei e dei fianchi. Nell'uomo sono situati generalmente al livello dell'addome.

Più a rischio in certi periodi

Strettamente connessa con le fluttuazioni ormonali, la cellulite si manifesta perlopiù in certi periodi della vita, ossia durante la pubertà, la gravidanza, la menopausa o la perimenopausa, i cicli mestruali e i primi mesi di assunzione della pillola.

* La pubertà: gli estrogeni provocano uno sviluppo dei tessuti adiposi in certe zone, principalmente i fianchi, l'addome, i glutei e le cosce;

* La gravidanza: la maggiore quantità di ormoni può favorire l'insorgenza della cellulite;

* La menopausa: i grassi hanno più tendenza ad essere accumulati che non ad essere bruciati.

Durante un aumento di peso più consistente, gli ormoni sono in eccesso e contribuiscono all'insorgenza della cellulite. Un'alimentazione disequilibrata, una mancanza di esercizio fisico e una predisposizione ereditaria possono aggravare il rischio di sviluppare la cellulite ed accelerarne l'evoluzione verso stadi in cui diventa sempre più difficile sbarazzarsene.

Infine, con l'età, il tessuto cutaneo e sottocutaneo può perdere tono ed elasticità. Due fenomeni che possono amplificare la cellulite

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te