Home  
  
  
    Pedicure fai da te
Cura dei piedi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Pedicure fai da te: i gesti da conoscere

Per dei piedi in forma smagliante, la cosa migliore è coccolarli come dall’estetista. Per imparare i gesti giusti per farsi una pedicure perfetta in casa, siamo andati al Lanqi Spa, a Parigi.

Pedicure fai da te
© Getty Images

I nostri piedi ci sopportano e sostengono tutto il giorno: meritano cure speciali... almeno ogni tanto. È in estata, in genere, che ci ricordiamo che i piedi richiedono le stesse cure delle mani, grazie a sandali e infradito: ma, anche chiusi nelle scarpe, i piedi hanno bisogno di attenzioni tutto l’anno! Anche senza pensare all’estetica, i piedi sono alla base del nostro benessere. La filosofia di Lanqi, salone specializzato in massaggio tradizionale cinese è: “Tutto passa dai piedi. Nella medicina tradizionale cinese, è molto importante prendersi cura dei piedi. I piedi sono le radici della salute”.

Step 1: Pediluvio

Dopo aver tolto lo smalto, la cosa più importante è fare un pediluvio, in acqua tiepida. Il pediluvio serve ad ammorbidire la cute e le pellicine, facilitando l’eliminazione della pelle morta. Per rilassarti ancora di più, puoi aggiungere del sale marino all’acqua.

I gesti giusti: quando esci dalla doccia o dalla vasca, asciugati bene i piedi, anche tra le dita! 

Step 2: Scrub e esfoliazione

Pelle morta, duroni, calli… Le imperfezioni non mancano. Ma ogni problema ha una soluzione.

Per eliminare la pelle spessa e indurita che si accumula sul calcagno, usa una raspa o una pietra pomice e strofina delicatamente ma senza esitazioni per lisciare le asperità e rendere morbida la pelle. Il calcagno è spesso coperto di questa pelle morta, ma non bisogna dimenticare “la pianta dei piedi e la parte superiore delle dita”, sottolinea l’estetista del Lanqi Spa. Queste zone subiscono uno sfregamento continuo e possono sviluppare spessi strati di pelle dura.

Qualora si sviluppino calli o duroni, esistono delle raspe a lama di rasoio disponibili in farmacia per una cura superficiale. Questi strumenti permettono di togliere un piccolo strato di pelle dura. I podologi avvertono però sui rischi che accompagnano questi attrezzi: utilizzati male, possono provocare ferite. Quindi se veramente ci tieni a provarli, segui attentamente le istruzioni: non usare la raspa tagliacalli sulla pelle irritata, bagnata o umida; non premere sulla raspa e togli solo uno strato sottile di pelle, in maniera progressiva.

Per curare in maniera più duratura calli e duroni, conviene rivolgersi a una pedicure esperta.

Attenzione: le raspe e i tagliacalli vanno evitati dalle persone diabetiche, che devono ad ogni costo stare alla larga da ferite, piaghe, micro-lesioni o infezioni sui piedi.

I gesti giusti: dopo una prima pedicure approfondita, per mantenere morbidi e sani i piedi, fai uno scrub servendoti di una pietra pomice o di una raspa, una volta alla settimana.

 

Duroni, calli e pelle morta

  • I duroni e i calli: quando le scarpe esercitano una pressione costante, la pelle reagisce ispessendosi e creando uno strado corneo duro, più o meno doloroso. I duroni sono generalmente localizzati sulla pianta dei piedi, i calli sulle dita.
  • La pelle morta: quando il livello di idratazione diminuisce, la pelle diventa secca e callosa. Sulle zone di pressione(calcagno, pianta e contorno dei piedi) si forma uno strato di pelle dura. In un secondo momento la pelle può spaccarsi.

Fonte: Hansaplast

Step 3: Cura di bellezza

Una volta che i piedi sono liberi da calli e pelli morte, giunge il momento della cura di bellezza. Comincia respingendo le cuticole (pellicine) servendoti di un bastoncino di legno d’arancio, mentre i piedi sono ancora bagnati, poi asciugali bene. Lima le unghie quando sono belle asciutte. Limare unghie bagnate e molli può rovinarle.

Poi, taglia o lima le unghie rispettando la loro forma naturale. Se non sono troppo lunghe, limarle basta. Nel caso contrario, sarà necessario un taglia-unghie per accorciarle. Fai attenzione a non andare troppo negli angoli. Qual è la lunghezza giusta? Quella che permette all’unghia di non sporgere oltre il polpastrello del dito.

Per finire, idratare i piedi è indispensabile per nutrirli e renderli morbidi. Meglio scegliere una crema idratante per piedi secchi. Una concentrazione maggiore di agenti idratanti dà una migliore idratazione.

I gesti giusti: idratare i piedi una volta al giorno, preferibilmente di sera, evitando di applicare troppa crema tra le dita dei piedi. E se i calcagni sono veramente secchi, scegli una crema apposta per calcagni molto rovinati, da applicare per 8-10 giorni.

 

Jessica Xavier

Commenta
19/08/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te