Home  
  
  
    L'aumento del seno
Cerca

Cure per la pelle
Bellezza del seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Aumento del seno: le nuove soluzioni

Le protesi mammarie restano la procedura più diffusa per aumentare le dimensioni del seno, tuttavia le donne oggi vogliono dei risultati più naturali. Per soddisfare questa richiesta sono state introdotte due nuove tecniche: il lipofilling e le iniezioni di acido ialuronico. In occasione del congresso dell'IMCAS (International Master Course on Skin Aging, Corso internazionale sull’invecchiamento cutaneo), sono state illustrate nuove tecniche che promettono un risultato più naturale e condizioni operatorie più leggere. Il chirurgo plastico Olivier Gerbault fa il punto per Doctissimo sulle tre procedure più recenti.

L'aumento del seno
© Getty Images

Aumento del seno: il lipofilling

Per soddisfare il desiderio di essere belle in modo naturale, le donne potranno fare ricorso a una nuova tecnica, sempre più utilizzata: il lipofilling, che consiste nel reiniettare il grasso della stessa paziente nella zona del seno. Il Dr. Olivier Gerbault spiega che la Francia ha acquisito due anni di esperienza in questa tecnica che permette di "guadagnare" una, due taglie al massimo. Il vantaggio consiste nel fatto che iniettando il grasso della paziente stessa si garantisce un risultato naturale che seguirà l’evoluzione del suo corpo (aumento o perdita di peso). Questa tecnica non è applicabile ovviamente alle donne minute, che non hanno abbastanza grasso da prelevare. Il lipofilling è quindi la prima tecnica di aumento del seno che non prevede l’inserimento di un corpo estraneo, ma in alcuni paesi, come la Francia, non è molto diffusa a causa dei potenziali rischi. "La Société Française de Chirurgie Plastique ha messo in guardia circa il rischio di cancro al seno. Le cellule staminali che vengono iniettate insieme al grasso potrebbero aumentare il rischio di cancro, e al momento non è possibile affermare con certezza che non esiste alcuna correlazione tra il cancro al seno e queste iniezioni", precisa il Dr Gerbault.

Il lipofilling è piuttosto fastidioso, poiché viene realizzato in diverse sedute e ogni iniezione richiede un ricovero ospedaliero (l’intervento avviene all’interno del blocco operatorio, sotto anestesia generale). I costi sono inoltre molto elevati (tra 3 000 e 4000 € alla seduta, e spesso sono necessarie due-tre sedute). Ricordiamo inoltre che per 3 o 4 settimane le pazienti vedranno il loro seno tumefatto, gonfio. Nonostante tutti questi svantaggi, il Dr. Gerbault ritiene che il lipofilling "si affermerà sempre di più in futuro, quando tutti si saranno messi d’accordo e le autorità sanitarie avranno ritirato le proprie riserve. I costi dovrebbero diventare più abbordabili in breve tempo ". In considerazione dell’invito alla cautela espresso dagli specialisti e della scarsità di dati disponibili, noi ti consigliamo di evitare questa procedura in attesa di nuovi risultati.

Aumento del seno: le iniezioni di acido ialuronico

Se per quanto riguarda il lipofilling i dati a disposizione sono scarsi, ciò vale a maggior ragione per le iniezioni di acido ialuronico: la tecnica è stata recentemente introdotta e in Francia è stata vietata nel 2011 a causa del rischio che il materiale iniettato interferisca con la diagnosi precoce del tumore mammario; anche in altri paesi come l’Italia sono state sollevate varie perplessità riguardo all’iniezione di un prodotto che potrebbe causare infiammazioni o formazione di noduli e alla necessità di ripetere la procedura ogni anno. Si tratta infatti di una tecnica che presenta la scomodità di dover effettuare iniezioni di richiamo ogni anno per poter aumentare il seno di almeno una taglia, con conseguente innalzamento dei costi (circa 3.500 euro alla seduta). "Le iniezioni di acido ialuronico sono poco utilizzate in Francia a causa del loro costo elevato, ma possono rappresentare una soluzione interessante per correggere eventuali difetti nelle protesi mammarie di alcune pazienti" spiega il Dr Gerbault.

Le iniezioni vengono eseguite in ambulatorio sotto anestesia locale. Anche in questo caso il vantaggio di questa tecnica consiste nell’offrire un risultato naturale, grazie alla morbidezza del gel iniettato. I rischi, invece, secondo lo specialista sono "praticamente nulli". "Finora non è stato dimostrato alcun effetto cancerogeno dell’acido ialuronico", ricorda Olivier Gerbault. Questa procedura potrebbe però presentare l’inconveniente di impedire la diagnosi mammografica del cancro al seno: "Il gel è opaco e potrebbe mascherare sulla lastra un eventuale cancro agli esordi. Questa tecnica è quindi sconsigliata alle donne che presentano fattori di rischio", conclude il Dr. Gerbault.

Aumento del seno: le protesi

L’impianto di protesi mammarie è sempre una garanzia: "rappresenta infatti il 99,9 % delle procedure per l’aumento del seno in Francia", precisa il Dr. Gerbault. Il vantaggio di questa tecnica consiste nel fatto che disponiamo di sufficienti riscontri (le prime protesi risalgono agli anni ’50) per sapere che non presenta inconvenienti significativi. Il progresso tecnologico permette ormai di offrire risultati sempre più naturali; inoltre, mentre prima era necessario sostituire periodicamente le protesi (ogni 10 anni), oggi queste ultime "non vanno più cambiate sistematicamente, ma solo in caso di problemi", sottolinea lo specialista. Le donne che scelgono di farsi impiantare delle protesi al seno hanno ora a disposizione prodotti molto meno visibili e che si deformano poco.  

Le tecniche per l’aumento del seno sono quindi in continua evoluzione. Per le donne che non vogliono introdurre dei corpi estranei nel proprio organismo, sono ora disponibili procedure ancora da verificare, come il lipofilling o le iniezioni di acido ialuronico, sulle quali, tuttavia, allo stato attuale mancano sufficienti riscontri positivi. Ti ricordiamo che solo un colloquio con il tuo medico, l’unico in grado di adottare un approccio specialistico e di effettuare gli esami preoperatori necessari, potrà aiutarti a fare la scelta giusta. Olivier Gerbault consiglia alle donne che vorrebbero farsi impiantare delle protesi mammarie di "non esitare a consultare diversi medici, poiché il successo dell’intervento dipenderà in gran parte dal rapporto e dal dialogo che si verrà a creare tra specialista e paziente". Il Dr. Gerbault mette inoltre in guardia contro il sogno di avere seni molto grandi: "È indispensabile fare attenzione ai volumi eccessivi, poiché bisogna pensare alle future gravidanze e all’evoluzione del corpo. La paziente deve essere informata nel modo più esauriente possibile riguardo ai rischi e ai limiti da non superare, per evitare che la trasformazione di oggi si trasformi nell’incubo di domani".

Jessica Xavier 22 gennaio 2010

Fonte: Conferenza stampa dell’IMCAS; Intervista al Dr. Gerbault, 27 gennaio 2010

Commenta
12/06/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te