Home  
  
  
    Scegliere il reggiseno giusto
Cerca

Cure per la pelle
Bellezza del seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Guida alla scelta del reggiseno

Il reggiseno è un’invenzione che ha rivoluzionato la vita di tutte le donne del pianeta ma tuttora c’è chi non riesce a trovare quello giusto, nonostante ce ne siano di tutte le fogge e grandezze. Doctissimo ti insegna come trovare quello su misura per te!

Scegliere il reggiseno giusto
© Getty Images

Storia del reggiseno

Quello che oggi conosciamo come reggiseno, nacque da un’idea di Mary Phelps Jacob un centinaio di anni fa: la donna, che si faceva chiamare Caresse Crosby, ebbe l’intuizione di creare un sostegno per i seni composto da due fazzoletti che li sorreggevano legati dietro la schiena e dietro la nuca. L’invenzione era ancora allo stadio iniziale e quando la Jacob cercò di ricavare del denaro dalla vendita del suo brevetto rimase delusa dal poco riscontro del pubblico. Qualche tempo più tardi, in occasione dello scoppio della prima guerra mondiale, la Jacob si rivalse: le donne, in quel periodo storico, si ritrovarono a dover badare da sole alla casa, ai figli e si misero anche a lavorare. Nacque quindi la necessità di vestirsi in modo comodo e pratico: il reggiseno iniziò ad essere acquistato nei negozi di biancheria sempre più frequentemente.

L’indumento, nel corso della sua storia, ha cambiato spesso forma, adattandosi alle mode del momento: dapprima assecondò lo stile maschiaccio non esaltando particolarmente le forme femminili (seppur rimanendo comunque un ottimo sostegno per il seno), in seguito divenne un’arma di seduzione nei ruggenti anni Cinquanta e Sessanta, in cui era la pin-up ad avere la meglio nel panorama della seduzione mondiale. Negli anni Settanta ritorna il fascino androgino e, complice il movimento femminista, il reggiseno conosce il suo periodo buio. Oggi, il reggiseno è uno strumento di seduzione, oltre che un sostegno importante per il seno, e si fa sempre più attenzione a fibre e strutture per donare il massimo confort a tutte le donne.

Scegliere il reggiseno giusto è importante

Quando si acquista un reggiseno, si devono considerare numerosi fattori affinché si trovi quello giusto per ognuna. Ecco i consigli di Doctissimo.

  • Misura il tuo torace: la circonferenza del torace è una delle misure di cui tenere conto per trovare il reggiseno giusto. Se hai un seno particolarmente grande, ricorda che la fascia sotto il seno deve aderire perfettamente al torso. Solo così potrai muoverti in libertà evitando che il seno esca o si muova mentre cammini.
  • Trova la coppa: altro elemento importante da tenere in considerazione all’acquisto è la misura della coppa, ovvero quanto sono grandi effettivamente i tuoi seni. Ricorda che la coppa deve seguire alla perfezione la rotondità del seno e avvolgerlo, contenendo le forme. Se ne usi uno col ferretto, questo deve aderire perfettamente alle costole e non deve premere assolutamente sulle ghiandole e i tessuti del seno.
  • Scegli il materiale: se sei un’addict delle fibre naturali, dovrai ricrederti. Cotone, lino o viscosa devono essere utilizzati solo nella parte interna del reggiseno, a contatto quindi con la pelle, mentre l’esterno dell’indumento deve essere composto da lycra, poliammide o poliestere, filati molto più elastici e resistenti. Tieni a mente che il seno non deve essere compresso nel reggiseno (le fibre naturali tendono ad essere più rigide) ma solo sostenuto a dovere da tagli e cuciture studiate.

Una volta trovato il reggiseno adatto a te, fallo durare nel tempo: lavalo a mano in acqua fredda con detersivi per capi delicati e, quando gli elastici si sono allentati, comprane uno nuovo, perché il sostegno non è più garantito. Evita di mettere lo stesso tutti i giorni (le fibre devono avere tempo per riprendere la forma originale) e quando hai il ciclo, cioè quando il tuo seno si gonfia, comprane uno con una coppa più grande, in modo da evitare che comprima aree già delicate e stressate a causa degli ormoni. La Comunità Europea, per uniformare le numerose unità di misura dei paesi, e permetterti di acquistare un reggiseno senza difficoltà in tutta l’Unione, ha stabilito uno standard numerico utile a fare chiarezza sulle taglie, contraddistinto dalla sigla EN 13402.

Migliora la postura grazie al reggiseno giusto

Indossare un reggiseno che sostiene le forme aiuta anche ad assumere una postura dritta, evitando dolori e l’antiestetico incurvarsi delle spalle. Inoltre, camminare a testa alta, mostrandosi sicure del proprio aspetto, aumenta vertiginosamente l’autostima e la tua schiena ti ringrazierà. Trovare il giusto sostegno per il seno non è cosa facile: c’è chi non sa nemmeno di indossare il reggiseno sbagliato e incorre così in nervosismi dovuti ai piccoli fastidi che sente quotidianamente indossando un reggiseno non adatto alle sue forme. Quello giusto ti fa camminare naturalmente in maniera più corretta, non facendoti sentire il peso del seno gravare su altre zone della schiena. Chiedi al tuo negoziante di fiducia qual è quello più adatto a te e ricorda che quello giusto può davvero cambiarti la vita.

Buon compleanno al reggiseno e (altri) cento di questi giorni!

Commenta
29/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te