Home  
  
  
    No al reggiseno stretto
Cerca

Cure per la pelle
Bellezza del seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'uso del reggiseno ha dei rischi?

Ogni donna sa quanto è importante sfoggiare un bel decolté, poco importa se di taglia small, medium o extra large. E quale alleato migliore di un bel reggiseno come arma di seduzione di massa? Eppure, secondo alcuni studiosi, bisogna far attenzione alla scelta di questo capo di biancheria intima perché dietro a delle innocenti e decorate coppette può nascondersi una terrificante insidia, Il cancro al seno. Scopri con Doctissimo la correlazione tra il tumore alla mammella e il reggiseno troppo stretto e scopri quali sono i modelli più dannosi per la tua salute.

No al reggiseno stretto
© Getty Images

Reggiseni pericolosi?

Spesso, soprattutto chi ha un seno da maggiorata, preferisce scegliere un reggiseno che non le stia proprio “comodo” così da avere un effetto contenitivo oltre che percepire un maggior effetto reggente. Secondo gli antropologi Sydney Ross Singer e Soma Grismaijer,però, non si potrebbe fare niente di più dannoso per la propria salute. Nel libro-inchiesta “Dressed To Kill: The Link between Breast Cancer and Bras”, infatti, i due studiosi hanno messo a confronto culture in cui le donne indossano il reggiseno con quelle, come le aborigene australiane, in cui non lo portano e sono giunti alla conclusione che le donne che indossano il reggiseno, soprattutto se stretto e dotato di ferretto, hanno più probabilità di ammalarsi di cancro al seno.

La spiegazione data da Singer e Grismaijer è molto semplice: il seno è ricco di vasi linfatici che, tra le tante funzioni, si occupano anche dell’eliminazione delle tossine. Se il reggiseno comprime, il flusso all’interno di questi canali si blocca non permettendo la normale eliminazione delle sostanze nocive. Per rendere più chiara l’idea si può pensare a quando si ottura un tubo e l’acqua dal nostro lavandino non defluisce come dovrebbe, un reggiseno stretto avrebbe lo stesso effetto sui “rifiuti” delle nostre mammelle. Se questa è la conclusione a cui è arrivata l’antropologia, la medicina non si sbilancia e, pur invitando le donne ad evitare capi che possano bloccare la normale circolazione, resta in attesa di nuovi studi.

Avere il reggiseno giusto

Ma allora possiamo indossare il famoso e seducente push up oppure dobbiamo mandarlo al rogo come suggerivano le femministe negli anni ‘60? Pur non essendo provata una correlazione tra il reggiseno e il cancro alla mammella, è pur sempre vero che indossare un capo, sia biancheria o vestiario, troppo stretto non giova alla circolazione e quindi all’organismo, e questo la medicina lo sostiene da tempo. Esattamente come le scarpe con tacco dodici non andrebbero portate tutto il giorno per tutti i giorni, anche il push up andrebbe usato in piccole dosi. Ovvio che per una serata speciale è un capo immancabile, specie per alcune donne, ma sarebbe bene evitare di portarlo quotidianamente, anche quando, una volta tornate a casa dall’ufficio, ci mettiamo sul divano a guardare un film.

Raccomandazione che vale anche per reggiseni meno stringenti del push up: è sempre meglio liberarsene quando si è in casa e la notte quando si dorme così da dar modo alla pelle di respirare e ai tessuti di rigenerarsi. Importante è anche la scelta della misura del reggiseno, specie nei modelli più “costrittivi”: la regola, suggerita anche dai due antropologi, è che ci siano almeno due dita sia sotto le spalline che ai fianchi delle coppe, mentre la fascia sottoseno deve calzare a pennello con la nostra circonferenza toracica, così da evitare che siano solo le spalline a sostenere il nostro decolté. Se proprio non si vuole fare a meno del ferretto, bisogna prestare attenzione che calzi nel modo giusto, ovvero che avvolga l’intera circonferenza mammaria e non lasci segni sulla pelle, che, oltre ad essere antiestetici, sono sintomo di un ferretto troppo stretto.

Nel momento della scelta del reggiseno basterebbe farsi guidare dallo stesso buonsenso per il quale non compreremmo mai delle scarpe di due misure più piccole che facciano gridare ai piedi “pietà” solo a guardarle; perché dovremmo riservare invece un trattamento simile al nostro seno?

Se ciò che si desidera è un reggiseno più contenitivo, si può puntare su quelli sportivi, ma mai diminuire la taglia. Ne va della tua salute. 

Giuditta Danzi

Scritto da

Commenta
15/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te