Home  
  
  
    Come applicare l’autoabbronzante?
Cerca

Cure per la pelle
Per un'abbronzatura perfetta
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Come applicare l’autoabbronzante?

E sì, il sole fa appena capolino che già le gambe si scoprono. Solo che, ecco, le gambe più bianche del bianco non sono proprio di tendenza. Allora, per svelare belle gambe naturalmente abbronzate, lasciati “tingere” dagli autoabbronzanti. E con i nostri preziosi consigli, il “difetto zero” diventa realtà!

Come applicare l’autoabbronzante?
© Getty Images

Applicarti da sola l’autoabbronzante sembra una missione impossibile? Niente paura! Sophie Talhouarn, formatrice per l'Institut Esthederm, ci rivela i suoi trucchi e le astuzie da professionista per una pelle abbronzata senza alcuna traccia!

Autoabbronzanti: Trova la tua tinta

Come spiega Sophie Talhouarn, “quasi tutti gli autoabbronzanti sono disponibili in sfumature graduali (contenenti meno DHA) o di abbronzatura intensa. Si privilegia il primo tipo se si ha la pelle molto chiara o se si non si è abituati agli autoabbronzanti. Il contrasto è meno evidente e il colore è più leggero. Le sfumature intense sono per le pelli abituate o più scure. Poiché contrariamente ai luoghi comuni, anche le pelli scure possono usare l’autoabbronzante, che dona brillantezza, un vero e proprio colpo di luce alla carnagione”.

Infine, le pelli chiare opteranno piuttosto per autoabbronzanti sotto forma di latte o crema poiché queste pelli sono più fragili e i gel o gli spray “possono provocare disidratazione a medio termine” spiega Sophie. Questi formati sono invece riservati alle pelli naturalmente scure, tali tipi di pelle infatti “assorbono meno il prodotto e preferiscono le consistenze più leggere”.

Autoabbronzanti: il viso

In primo luogo, rassicurati: l’autoabbronzante si applica allo stesso modo sul viso e su tutto il corpo. La cosa più importante, dice subito Sophie è “massaggiare per farlo penetrare bene. Se lo si massaggia, non restano tracce. Il segreto di un autoabbronzante ben applicato, è il massaggio!”. Un’applicazione a difetto zero passa dunque per il massaggio: un lavoro con le mani ben distese eviterà qualsiasi rischio di lasciare tracce.

Certo, “non dimenticarti di lavarti le mani subito dopo l’applicazione e “non dimenticarti di pulire le unghie” continua Sophie. Un altro consiglio: spazzola le sopracciglia con un pettinino speciale per togliere l'eccesso di autoabbronzante che vi si è depositato. Infine, con l’angolo di una salvietta, “pulisci la linea di crescita dei capelli, soprattutto se sono biondi”, altrimenti addio colorazione delle radici!

Quando si lavora sul viso, non bisogna dimenticare le orecchie. In questa zona, per evitare il rischio di eccessi, si massaggia sulle orecchie il prodotto che resta sulle dita, senza dimenticare la zona della nuca o dietro alle orecchie. E per evitare i segni sospetti a livello del collo, spalma l'eccesso di prodotto con le mani ben aperte sul decolleté.

Ancora un trucco di Sophie:”la zona del contorno occhi è una zona naturalmente più chiara. Allora per mantenere questa zona il più naturale possibile, prima di spalmare l’autoabbronzante, applica una crema contorno occhi. Si evita così che il cerchio sia della stessa tinta della pelle, per un risultato molto più naturale!”

I movimenti preapplicazione: una esfoliazione alla settimana, una settimana prima, seguito da una maschera nutritiva per affinare e uniformare la carnagione. L'autoabbronzante sarà ancora  più luminoso.

Autoabbronzanti: il corpo

Per coloro che hanno scelto un autoabbronzante intenso e che temono di lasciare delle tracce, Sophie consiglia di utilizzare un guanto da bagno leggermente bagnato e imbevuto di prodotto. “Certo, in questo modo si usa un po’ più di prodotto, ma ci si assicura un risultato leggero, senza rischio di incidenti”. E ancora, occorre massaggiare bene tutto il corpo con movimenti avvolgenti.

Da fare prima di applicare l’autoabbronzante:”Una settimana prima, si fanno 2 o 3 esfoliazioni su tutto il corpo e lo si idrata tutti i giorni. Per un buon risultato, l'idratazione è essenziale, perché consente di ammorbidire e lisciare la pelle”. E Sophie non smette di insistere sull'importanza del massaggio durante l’applicazione: “Bisogna veramente assicurarsi di far penetrare l’autoabbronzante massaggiando. Questa è l’unica maniera per ottenere un risultato magnifico”.

Da evitare a tutti i costi: “Tamburellarsi il prodotto facendosi delle macchiette come un dalmata, e poi spalmarlo. No, bisogna puntare su movimenti avvolgenti.”

In caso di errori

Se, nonostante i nostri consigli, rimangono lo stesso delle tracce, solo un esfoliante e una buona dose di idratazione permetteranno di attenuare gli errori. Il rituale maschera idratante/esfoliante va ripetuto tre volte. Ma soprattutto, non provate a “squamare la pelle” con un esfoliante aggressivo o un massaggio troppo energico. “Si rischia un’infiammazione”.

Infine, per quelle che, preoccupate di risparmiare, desiderano utilizzare l’autoabbronzante corpo sul viso, bisogna ricordare che i prodotti per il corpo possono essere comedogenici. La loro regolare utilizzazione sul viso potrebbe provocare qualche foruncolo. Ma, come sottolinea Sophie: “Se è per una volta, va bene, ma non deve diventare un’abitudine”. Un consiglio utile anche per le cure solari e tutte le cure del corpo in generale.

Il consiglio di Doctissimo

L'Oreal: effetto dorato

In un solo gesto, sfoggerai graziose gambe velate di una sfumatura dorata ultranaturale, come se avessi fatto un bagno di sole. Le tue gambe sono lisce e satinate. Sublime Bronze è l’ideale per un’abbronzatura naturale e duratura e si elimina facilmente con acqua e sapone.

La buona notizia? Questa cura non ha l’odore di autoabbronzante, anzi: profuma le vacanze. La cura perfetta per dare luce a gambe un po’ pallide!

Sublime bronze - L'Oreal - (tubo 150 ml)

Institut Esthederm: a te la scelta           

Institut Esthederm propone due tipi di autoabbronzanti: Reflets de Soleil abbronzatura intensa e abbronzatura progressiva e leggera. In entrambi i casi, l’aspetto brillante e risplendente di vitalità sarà tuo!

La buona notizia? Gli autoabbronzanti Reflets de Soleil imitano la distribuzione dei pigmenti di melanina sulla superfice della pelle per ricreare un’abbronzatura di colore naturale.

Gel autoabbronzantee abbronzatura intensa corpo - Institut Esthederm (flacone-pompa 150 ml)

Guinot: viso radioso

L'autoabbronzante Visage d'été Guinot ha una consistenza fondente e idratante che ti ridarà un grazioso aspetto baciato dal sole. Dimenticate l'orrendo effetto arancione di alcuni autoabbronzanti: questo vi renderà più belle in modo naturale.

La buona notizia? La sua consistenza colorata permette di vedere dove hai già applicato il trattamento, senza il rischio di dimenticare di applicarlo o di applicarne troppo!

Visage d'été - Guinot – (tubo 50 ml)

Disponibile presso gli Instituts Guinot

Clinique: Pelli sensibili

Anche le pelli delicate hanno il diritto al loro autoabbronzante con questa abbronzatura progressiva colorata Clinique, senza profumo.

La buona notizia? Colora la tua pelle progressivamente per un risultato completamente uniforme e naturale. In più: è colorato e quindi vedi dove lo applichi. Quindi, nessun rischio di sbagliare o esagerare.

Gel-crema colorata per il corpo - Clinique – (tubo 125 ml)

Grazie a Sophie Talhouarn di Institut Esthederm per i suoi consigli...

Jessica Xavier

Commenta
16/08/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te