Home  
  
  
    Mantenere l'abbronzatura
Cerca

Cure per la pelle
Per un'abbronzatura perfetta
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Cosa mangiare per mantenere l'abbronzatura?

Tutti sogniamo un colorito dorato quanto basta e soprattutto senza scottature. Un’abbronzatura ottenuta durante l’ora del tè, all’ombra di un castagno, lontano dai raggi pungenti delle spiagge. Vorremmo che durasse a lungo anche dopo le vacanze e che ci seguisse ancora per qualche settimana fino a settembre. Per realizzare tutto ciò, affidati ad un multivitaminico!

Mantenere l'abbronzatura
© Getty Images

Le vitamine e i carotenoidi aumentano la sintesi di melanina che, appunto, ci fa abbronzare e protegge la nostra epidermide dal sole. I risultati dello studio scientifico condotto dal Dott. Jean-Pierre Césarini, ricercatore all’Inserm di Parigi lo dimostrano. Secondo questi risultati, infatti, l’assunzione di caroteni aumenta del 29% la sintesi di melanina, principale filtro naturale contro i raggi ultravioletti. Nello stesso tempo, le cellule irradiate producono meno proteina 53, rivelatrice dei danni provocati dal sole. Riassumendo: più si hanno carotenoidi antiossidanti e antiradicali nel sangue, più il nostro corpo è protetto contro gli UV e ci si abbronza meglio.

Nutrienti dai molteplici benefici

IL SELENIO

È un oligoelemento che si trova nella carne, nei frutti di mare, nelle verdure, nel formaggio e in tutti gli alimenti ricchi di proteine. Il selenio protegge dai colpi di calore, facilita l’abbronzatura e rallenta l’invecchiamento cutaneo agendo contro i radicali liberi. Perché la sua azione sia davvero efficace, occorre assumerne una certa quantità, l’equivalente di 200 g di verdure a foglia verde al giorno. La maggior parte degli adulti ne è carente, in particolare i fumatori, perché la nicotina attiva l’azione delle cellule, che necessitano di più selenio per funzionare.

IL BETACAROTENE

I carotenoidi sono pigmenti naturali presenti nella frutta e nelle verdure. Fornitori di melanina e antiradicali liberi, stimolano il sistema immunitario e contribuiscono al rinnovo delle cellule. Il betacarotene contrasta la formazione della collagenasi, enzima che distrugge le strutture della pelle. È un precursore della vitamina A (retinolo). Le carote, gli spinaci, le albicocche e i pompelmi ne sono ricchi.

LA VITAMINA A

La vitamina è la prima vitamina scoperta nel 1913 da Mac Collum e Davis. È liposolubile, ovvero viene assorbita dai lipidi. Previene i tumori della pelle, favorisce la cicatrizzazione e contribuisce a rinnovare le cellule cutanee. Si trova in tutti i tessuti animali sotto forma di retinolo.

LA VITAMINA C

La vitamina C è benefica nel trattamento preventivo dell’invecchiamento cutaneo. Contenuta soprattutto nella verdura e nella frutta, è presente in grandi quantità nei kiwi, negli agrumi, nei limoni, nei pompelmi, negli spinaci, nei diversi tipi di cavoli, nei pomodori, nelle pesche, ecc.

LA VITAMINA E

La vitamina E previene l’invecchiamento cellulare migliorando la tolleranza della pelle al sole. Ha un ruolo antietà e agisce in sinergia con il selenio e la vitamina C per prevenire il degrado degli acidi grassi essenziali. È presente nelle noci, nel germe di cereali, nelle verdure a foglia verde, nel tuorlo d’uovo e nel burro.

Per idratarti usa le creme ai carotenoidi ricche di principi attivi protettivi

Duo di vitamina C con nanocapsule di vitamina E pura o nanocapsule di betacarotene con vitamina E, anche le creme da giorno e gli schermi solari rivendicano l’efficacia della loro formula vitaminizzata. Insieme all’assunzione di vitamine, la loro applicazione ti proteggerà efficacemente contro la disidratazione. Indispensabili al mantenimento delle riserve di acqua dell’epidermide il cui film protettivo è rovinato, le nuove creme idratanti, con filtro solare o meno, sono ricche di vitamine, minerali, oligoelementi e acidi grassi essenziali, e contribuiscono ad arrestare la formazione dei radicali liberi. Sviluppati per combattere l’azione dei raggi solari sulla pelle dai cosmetologi consapevoli di quanto la nostra epidermide sia povera di difese antiradicali, questi multivitaminici antiossidanti proteggono le membrane cellulari e aumentano la tolleranza della pelle al sole. Si utilizzano in aggiunta alla protezione solare, che non sostituiscono in nessun modo.

Saphia Richou

Commenta
07/08/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te