Home  
  
  
    Stop ai danni del sole!
Cerca

Cure per la pelle
Per un'abbronzatura perfetta
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Stop ai danni del sole!

In estate è facile scottarsi ma la tua pelle va protetta e preservata dai danni che la prolungata esposizione ai raggi UV può provocare. Come difendersi dal sole? Quali precauzioni prendere?

Stop ai danni del sole!
© Getty Images

I danni del sole: rischi e prevenzione

Scottature, macchie solari e aumento del numero dei nei sono solo alcune delle conseguenze nocive a cui la pelle è sottoposta in seguito ad un’esposizione eccessiva o scorretta al sole, nonché segnali d’allarme che devono metterti in guardia sulla salute della tua pelle. Evitare le ore più calde della giornata e applicare una buona crema protettiva con un fattore adatto al tuo fototipo non è sufficiente per preservare l’epidermide dagli altri danni che i raggi ultravioletti possono provocare. Per ottenere una tintarella rispettosa della salute del corpo, è necessario limitare i tempi di esposizione ai raggi, in quanto anche le migliori creme non garantiscono una difesa totale. I tumori della pelle, detti carcinomi, sono molto pericolosi e vanno il più possibile evitati. Inoltre, tieni d’occhio la forma dei nei: i bordi frastagliati e l’aumento delle dimensioni possono essere segnali di un melanoma, un tipo di tumore associato anch’esso alla pelle che compare a causa di una degenerazione cutanea molto pericolosa che va trattata chirurgicamente nel minor tempo possibile.

Il numero di tumori e melanomi sono in aumento (250 mila nuovi casi all’anno) soprattutto nella popolazione giovane che spesso ignora i rischi a cui va incontro rosolandosi ore e ore sotto al sole: molti associano i fattori di protezione delle creme all’incapacità delle stesse di garantirgli la tanto agognata tintarella, credenza dura a morire. Pochi sono a conoscenza che il numero impresso sul flacone è la capacità della crema di allungare i tempi di esposizione al sole del fototipo a cui è associata, senza provocare troppi danni alla pelle. Nonostante ciò molte persone non solo non le applicano regolarmente ma anzi si cospargono di unguenti fatti in casa o semplici creme idratanti che non fanno altro che aumentare vertiginosamente i danni che già stanno subendo senza una vera protezione. L’abbronzatura altro non è che una risposta del corpo ai raggi ultravioletti del sole: le cellule possono anche rispondere all’aggressione solare con eritemi, edemi, inspessimento della pelle, aumento dei peli come protezione a questo attacco e soprattutto la lunga esposizione provoca delle reazioni pericolose anche per tutto il corpo. L’immunodepressione può essere una di queste, facilitando la comparsa di herpes, infezioni batteriche e micotiche che spesso compaiono anche nei periodi di forte stress fisico e psicologico.

Gli alimenti giusti per evitare i danni del sole

Per avere un’abbronzatura sana puoi intervenire anche dall’interno, mangiando cibi che proteggono la pelle dalle aggressioni solari: frutta e verdura di stagione aiutano a reintegrare vitamine e sali minerali. Per facilitarti a ricordarli, quelli di colore rosso e arancio contengono beta-carotene, utilissimo per avere un colorito uniforme e splendente. Pomodori, peperoni, angurie, pesche, meloni, albicocche ma ancora cetrioli, spinaci, melanzane, lattuga e olio d’oliva sono alimenti da integrare nella tua dieta. Anche il pesce è un ottimo alleato in estate: gli Omega 3 e 6, acidi grassi polinsaturi, contribuiscono ad assimilare le vitamine liposolubili dei cibi, che proteggono a loro volta le membrane delle cellule. Sono contenuti nel pesce azzurro e nei crostacei ma attenta a non esagerare con questi ultimi, ricchi anche di calorie. Via libera quindi a tutti quegli alimenti che contrastano la comparsa dei radicali liberi, nemici della salute e della bellezza.

Evita fritti e pietanze troppo elaborate, sono difficili da digerire e non sono amici della tintarella (oltre che della linea). Anche l’alcool è sconsigliato e diffida dei falsi miti: la birra non va applicata sul corpo per accelerare l’abbronzatura e le carote non vanno frullate e spalmate come una crema protettiva. Non sono gli antichi rimedi della nonna bensì degli escamotage pericolosi per la tua salute.

Sole, estate e salute: il giusto equilibrio

Preparare la pelle all’esposizione già durante l’inverno, mangiando sano, idratandola e prendendosene cura non stressandola con trattamenti estetici troppo invasivi, garantisce un aspetto sano sia al tatto che alla vista per tutto l’anno. In estate la pelle tende a disidratarsi per le docce frequenti e per l’effetto di sabbia e salsedine, mentre il sole accelera l’invecchiamento cutaneo: inoltre, la tintarella è in grado di marcare le rughe del viso e del corpo, rendendole quindi molto più visibili in estate piuttosto che in inverno, fenomeno chiamato dagli esperti “foto-aging”. L’ideale sarebbe trovare il giusto equilibrio tra danni e benefici del sole: ciò è possibile esponendosi gradualmente e con le giuste precauzioni, assecondando le risposte del corpo e il desiderio di un colorito dorato. La tintarella è indice di una vita sana e all’aria aperta ma una pelle troppo scura rischia di essere davvero poco naturale e kitsch, oltre a farti sembrare più in là con gli anni.

Segui i consigli di Doctissimo per proteggerti al meglio dai danni del sole in estate: pensa che la pelle ha memoria di come la curi e che un giorno ti restituirà il favore. Inoltre, l’abbronzatura a tutti costi non è più di moda, quindi perché cuocersi sotto il sole rovente?

 

Commenta
18/07/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te