Home  
  
  
    Il tatuaggio medico
Cerca

Cure per la pelle
Problemi di pelle
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il tatuaggio medico

Negli ultimi tempi sta prendendo piede una tecnica molto originale e utile che consente di comunicare in maniera semplice se si è affetti da malattie o problemi di salute importanti. Scopri che cos’è il tatuaggio medico e come può essere utile per preservare la tua salute e salvarti, perché no, la vita.

Il tatuaggio medico
© Getty Images

Che cos’è il tatuaggio medico?

Dagli Stati Uniti si sta diffondendo un nuovo modo di rendere partecipe il prossimo delle malattie di cui si è affetti, dei problemi di salute e, incredibilmente, delle proprie ultime volontà: il tatuaggio medico. Questi non è altro che un tatuaggio classico a tutti gli effetti, con la caratteristica di non rappresentare immagini, pensieri e figure specifiche, bensì informazioni mediche fondamentali come le malattie di cui si è affetti (asma, diabete, cardiopatie, epilessia) o allergie ad alimenti o farmaci particolari. Alcuni, coscienti che il vecchio foglietto nel portafogli o la targhetta appesa al collo possano non essere così efficaci e immediati nella comunicazione di tali informazioni, preferiscono scriverle in maniera indelebile sulla pelle. Altri si fanno tatuare addirittura il gruppo sanguigno di appartenenza, informazione tra le più gettonate, perché considerata la più utile in caso di incidente, anche se la prassi medica impone di verificare attraverso delle analisi del sangue il gruppo di appartenenza prima di effettuare qualsiasi tipo di operazione o trasfusione (senza dimenticare che in casi particolarmente urgenti viene utilizzato il gruppo sanguigno chiamato universale, ovvero lo 0).

Indipendentemente dalla reale utilità del tatuaggio medico, la côté artistica rimane invariata: finiti i tempi in cui si associava il tatuaggio a stili di vita poco eleganti, la moda di abbellire il proprio corpo con immagini e disegni si fonde a perfezione con le intenzioni pratiche del tatuaggio medico. Questo, alla vista, non ha necessariamente l’aspetto di un post-it con su scritto delle informazioni di servizio, anzi, i più comuni sono quelli abbelliti e ricchi di particolari artistici tipici di un tatuaggio “di bellezza”. Come dire, un connubio perfetto di bellezza e utilità.

La differenza col tatuaggio paramedico

Aldilà delle mode, la medicina aveva già previsto di utilizzare la tecnica del tatuaggio per scopi clinici: il tatuaggio paramedico viene utilizzato per coprire visivamente cicatrici, macchie e difetti antiestetici della pelle, anche dovuti ad operazioni chirurgiche importanti che hanno lasciato molti segni. Questa particolare tecnica che permette di mascherare perfettamente i difetti viene chiamata anche camouflage e viene usata in medicina estetica in diversi casi: per nascondere una calvizie importante, per cancellare visivamente delle cicatrici, per uniformare il colorito e la pigmentazione della pelle, per rimediare ai danni di un tatuaggio fatto male o di un trucco semipermanente imperfetto e per “ridisegnare” alcuni elementi sul corpo, come labbra, areole, sopracciglia.

Tatuaggi medici ed estetici: durano per sempre?

I pigmenti utilizzati nel tatuaggio medico e paramedico sono gli stessi impiegati in tutti gli altri tipi di tatuaggi e rimangono indelebili sulla pelle perché posizionati sotto il primo strato di derma. Prima di farne uno, quindi, bisogna tener conto della difficoltà della sua rimozione, che oltre ad essere dolorosa, prevede un costo economico non indifferente. Viene utilizzato un particolare tipo di laser che distrugge letteralmente le particelle di colore, che vengono quindi eliminate naturalmente dal corpo, ma sono necessarie diverse sedute affinché si riesca a cancellarlo completamente.

In ogni caso, ciò non fa desistere tutti coloro che decidono di tatuarsi immagini, scritte e informazioni sul corpo: il tatuaggio medico, ormai una moda tra i giovani (e non solo) non viene ancora considerato particolarmente attendibile dagli specialisti, che dubitano della veridicità di molte delle informazioni contenute. Inoltre, la prassi medica obbliga tutti gli operatori di strutture pubbliche e private ad effettuare personalmente test e analisi per accertarsi delle condizioni cliniche reali dei pazienti, aldilà di ogni altra indicazione più o meno intradermica.

Il tatuaggio medico si rivela concettualmente utile, anche se viene ancora preso ancora poco sul serio da medici e infermieri, ma la moda di tale tipo di condivisione di informazioni si sta diffondendo a persone di ogni fascia d’età, persuasi della genialità di tale fenomeno.

In attesa di una declinazione ufficiale di tale pratica, sempre che arrivi, non possiamo non riconoscere l’originalità del gesto, che pare effettivamente di grande utilità, nonostante le numerose obiezioni mosse nei sui confronti.

Commenta
12/09/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te