Home  
  
  
    La sudorazione eccessiva
Cerca

Cure per la pelle
Sudorazione e deodoranti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La sudorazione eccessiva

La sudorazione eccessiva è perlopiù provocata da un'attività esagerata delle ghiandole sudorali (iperidrosi). La miliaria, o sudamina, è causata, invece, dalla ritenzione del sudore da parte della cute. Per curare queste affezioni benigne ma fastidiose è necessario attenersi a un trattamento quotidiano regolare.

La sudorazione eccessiva
© Getty Images

L'iperidrosi

L'iperidrosi si manifesta principalmente sotto le ascelle, nell'incavo delle cosce, sulle mani e sui piedi. La pelle rosea si screpola qua e là, in particolare sotto i piedi e sui palmi delle mani; a volte viene inondato persino tutto il corpo, e allora si rende necessaria una visita endocrinologica e dermatologica. Lo sforzo, il caldo, il sole e lo stress sono fattori aggravanti proprio come il prurito, che induce a grattarsi in modo spasmodico fino a provocare sovrainfezioni.

Il trattamento medico dell'iperidrosi

L'iperidrosi, quando è importante, può costituire un vero e proprio handicap professionale, sociale o affettivo. In tal caso deve essere curata. In un primo momento, si utilizza il cloruro di alluminio diluito. La sera, dopo avere asciugato con cura le regioni interessate, occorre applicare una soluzione di alluminio esaidrato al 20%. Si coprono poi le parti con una pellicola di polietilene che va tenuta per tutta la notte. Al mattino, si rimuove la pellicola ed è possibile lavarsi normalmente. Sono sufficienti due trattamenti consecutivi per un beneficio che dura all'incirca una settimana.

Esistono altri trattamenti locali e altri metodi, come la ionoforesi. Il loro impiego è valutato in funzione del successo o meno dell'alluminio. La chirurgia, presa in considerazione in particolare per le ascelle, consiste nella rimozione delle ghiandole sudoripare della zona interessata. Si tratta della soluzione in extremis, quando il disturbo è davvero notevole e gli altri metodi hanno fallito.

La bromidrosi

La bromidrosi libera un odore spesso forte e fastidioso. Si tratta di una sorta di iperidrosi sovrainfettata da batteri o funghi. Viene trattata allo stesso modo, con l'aggiunta di soluzioni o saponi antisettici e di agenti antibatterici. Si consiglia di radere i peli delle ascelle.

La sudamina

La sudamina assume la forma di piccole vescicole o papule rosse. Poiché il sudore non riesce a fuoriuscire dai pori ostruiti, questi ultimi si gonfiano e si infiammano. Tali sintomi vengono aggravati da pruriti a volte feroci, soprattutto nei periodi caldi. Il trattamento si riassume nell'asciugare e rinfrescare le zone interessate. È meglio comunque evitare gli abiti aderenti e le fibre sintetiche. Sotto controllo medico, possono essere usate creme antinfiammatorie.

Dr. Alain Dubos

Commenta
03/07/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te