Home  
  
  
    Come applicare l'eyeliner
Cerca

Trucco degli occhi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Come applicare l’eyeliner?

Discreto o grafico, baby doll o anni settanta, l’eyeliner dà struttura allo sguardo, lo ingrandisce e lo trasforma. Per ottenere un risultato elegante, però, bisogna saperlo utilizzare in maniera corretta. Per diventare una professionista nell’applicazione dell’eyeliner, scopri i consigli dei nostri esperti per truccare bene gli occhi. Dai più classici ai più stravaganti, i tratti dell’eyeliner non avranno più segreti per te!

Come applicare l'eyeliner
© Getty Images

Le diverse texture dell’eyeliner

A lungo riservato ai professionisti del make-up, l’eyeliner è ormai accessibile a tutte. In gel, in crema, con la matita, con il pennarello o liquido, le texture si moltiplicano e diventano sempre più facili da applicare. Quale texture scegliere e come applicarla in modo corretto? Magali Massart, capo-truccatrice per Shiseido, e Julia Knafo, Make-Up Artist per Bobbi Brown, ci svelano i loro segreti.

L’EYELINER IN CREMA/GEL

PER CHI?

È ideale sia per le esperte che per le principianti. Il suo colore è intenso già con la prima passata. La sua texture in crema, simile a una polvere umidificata, offre una tenuta a lunga durata e un risultato modulabile. L’applicazione con il pennellino consente di realizzare tratti precisi ed effetti sfumati. È il prodotto prediletto dalle nostre esperte.

COME SI APPLICA?

Con un pennellino piatto, preferibilmente smussato e con peli sintetici. Per ottenere un tratto dritto e pulito, si applica il prodotto all’orlo delle ciglia, con piccoli tratti. Rischio di sbavature? Zero! Risultato finale? Perfetto.

LA MATITA EYELINER

PER CHI?

Pratica, nomade ed economica, la matita per occhi è la miglior alleata delle principianti e delle donne che hanno fretta. Facile da applicare, consente di ottenere un tratto netto e spesso, perfetto come base per un trucco smoky eyes. In più offre un doppio utilizzo: la si può applicare sulla palpebra e nel contorno dell’occhio. Attenzione, però, a non confonderla con la matita khol. Più grassa della liner, quest’ultima è indicata per l’interno dell’occhio e manca di precisione.

COME SI APPLICA?

Per una linea impeccabile, si parte dall’esterno verso l’interno dell’occhio. L’obiettivo? Delimitare bene la punta del nostro tratto all’angolo dell’occhio. Per le meno agguerrite, niente panico, se il tratto non è perfettamente sull’orlo delle ciglia, si può riempire il vuoto con la matita.

L’EYELINER PENNARELLO

PER CHI?

L’eyeliner pennarello permette di realizzare disegni sottili e molto sofisticati. Tuttavia, anche se la sua applicazione è più semplice di un eyeliner liquido, occorre fare attenzione. È dunque riservato a coloro che sono già abituate a mette l’eyeliner. Risultato? L’eyeliner pennarello consente di sfoggiare un tratto raffinato, opaco e non lucido. Infine, l’aspetto molto fine e la sua texture, che si asciuga subito dopo l’applicazione, non consentono di usarlo per tratti spessi o come base per un trucco smoky eyes.

COME SI APPLICA?

Per un risultato senza note stonate, dobbiamo realizzare il nostro tratto in una volta sola, partendo dall’esterno verso l’interno. In caso di piccoli errori, come per la matita, colmiamo gli eventuali spazi ripassando con il pennarello.

L’EYELINER LIQUIDO

PER CHI?

Compagno fedele delle eroine anni ’60, è un prodotto fondamentale riservato alle esperte. Il pennarello ultrasottile, difficile da controllare, consente di trasformare il nostro sguardo ad ogni applicazione, giocando sugli effetti: occhi da cerbiatta, grafico o discreto. La ciliegina sulla torta? Il satinato risultato finale intensifica la sofisticatezza del nostro trucco.

COME SI APPLICA?

Come per l’eyeliner pennarello, lo si applica in una sola passata partendo dall’esterno verso l’interno dell’occhio. Dato che la sua texture liquida non consente di fare più applicazioni, è il modo migliore per ottenere un tratto preciso e sofisticato. Per ottenere un tratto più doppio, si lascia uno spazio tra il bordo delle ciglia e il tratto di riferimento prima di colmarlo con il pennello (senza premere).

Scegliere il proprio tratto di eyeliner a seconda della forma degli occhi:

È importante scegliere il tratto che meglio si adatterà al nostro sguardo. Sottile, spesso, XL o mini, gli effetti sono tanti e non si adattano a tutte le forme di occhi. Perciò, per sfoggiare uno sguardo magnetico, degno di Brigitte Bardot o di Audrey Hepburn, scopriamo qual è il tratto di eyeliner che si sta meglio ai nostri occhi.

SE ABBIAMO GLI OCCHI ROTONDI

Sceglieremo un tratto di eyeliner più spesso all’angolo interno ed esterno dell’occhio ma molto sottile al centro della palpebra. Inoltre, lo allungheremo al massimo, andando un po’ oltre la palpebra. L’obiettivo? Ridefinire il taglio dell’occhio per dare femminilità allo sguardo.

SE ABBIAMO GLI OCCHI A MANDORLA

Per esaltarli, disegniamo un tratto sottile seguendo la forma naturale della palpebra. Invece, per attenuare l’effetto “occhi di gatto”, evitiamo di applicare l’eyeliner fino all’angolo esterno e terminiamo con una pendenza verso l’alto. Lo scopo è creare un effetto ottico che riduca visivamente le dimensioni della palpebra.

SE ABBIAMO GLI OCCHI PICCOLI

Cominciamo ad applicare l’eyeliner a soli 3-4 millimetri dall’angolo interno dell’occhio in modo da ingrandire lo sguardo. Optiamo per un tratto il più sottile possibile ed estendiamolo al massimo, con l’obiettivo di allungare la palpebra.

SE ABBIAMO OCCHI PIATTI O ASIATICI

Puntiamo su un tratto relativamente spesso, partendo dall’angolo interno dell’occhio, e rendiamolo ancora un po’ più spesso verso l’esterno (sul modello di Amy Winehouse).

SE ABBIAMO OCCHI NORMALI

Siamo fortunate perché ci possiamo permettere tutto. Tratti sottili e XL sublimeranno il nostro sguardo.

False credenze sull’eyeliner

FALSA CREDENZA N° 1: “PER APPLICARE L’EYELINER, OCCORRE TIRARE LA PALPEBRA VERSO L’ESTERNO”.

Secondo le nostre esperte, è proprio la cosa da non fare. Rilasciando la palpebra, infatti, il tratto non è mai dritto. Tuttavia, se la tua palpebra è pieghettata, puoi allungarla verso il sopracciglio (dall’alto) in modo da creare un effetto liftante e applicare più facilmente l’eyeliner.

FALSA CREDENZA N° 2: “DOPO UNA SBAVATURA O UN ERRORE, OCCORRE STRUCCARE L’OCCHIO E RICOMINCIARE”.

È preferibile evitare di struccare più volte l’occhio perché si corre il rischio di irritarlo. Se non se ne può fare a meno, comunque, utilizziamo un tonico struccante, una lozione o per la nostra crema idratante abituale. Il latte detergente e gli struccanti classici, infatti, lasciano grassi sulla palpebra che impedirebbero al trucco di tenere.

FALSA CREDENZA N° 3: “BISOGNA SEMPRE ABBINARE L’EYELINER AL COLORE DEGLI OCCHI”.

Abbinare l’eyeliner agli occhi va benissimo, non è una regola assoluta. In effetti il colore è una questione di tendenza. D’inverno meglio privilegiare i colori freddi come il nero, il marrone o il dorato (per una festa). D’estate, invece, osiamo pure colori vivaci come lo smoky violet, il verde o l’azzurro.

FALSA CREDENZA N° 4: ”L’EYELINER VA APPLICATO SOLO SULLA PALPEBRA NUDA”.

Per un risultato che resti perfetto per tutta la giornata, le nostre esperte consigliano di applicare una base (un anti-occhiaie o un correttore) o di mettere uno strato sottile di polvere sull’eyeliner. Questo consente di fissare il colore e di evitare infauste sbavature.

Anne-Sophie Savenier

Commenta
27/01/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Bellezza

Test consigliato

Qual è la pettinatura giusta per te?

Test bellezza

Scopri la pettinatura giusta per te